Migranti e Rifugiati

Il caso politico dei 629 migranti soccorsi dalla nave Aquarius ha riacceso il dibattito sull’immigrazione in Italia e in Europa. Il tema dell’immigrazione è un fenomeno complesso, ampiamente discusso in tv, sui giornali e sui social.

Tuttavia, spesso i media riportano numeri contrastanti.

C’è chi parla di rifugiati, chi di migranti economici, chi confonde i clandestini con i profughi. Per provare a fare chiarezza su un tema molto complesso, è bene chiarire alcune parole chiave:

  • Migrante Regolare – Un migrante è considerato regolare se risiede in un paese con regolare permesso di soggiorno;
  • Rifugiato – Il rifugiato è colui che non può o non vuole tornare nel suo Paese di origine per il timore di essere perseguitato per motivi di razza, religione, etc.  [Articolo 1A della Convenzione di Ginevra del 1951 ];
  • Richiedente asilo – Coloro che sono in attesa che venga elaborata la richiesta d’asilo per ottenere lo status di rifugiati, la protezione sussidiaria o la protezione umanitaria;
  • Clandestinoé un migrante irregolare;
  • Migrante Economico – I migranti economici sono persone che emigrano dal loro paese di origine per motivi economici;
  • ProfugoProfugo è un termine generico che indica chi lascia il proprio paese a causa di guerre, invasioni, rivolte o catastrofi naturali.

Migranti Regolari

I principali dati sulle migrazioni sono forniti dall’Organizzazione delle Nazioni Unite, in particolare dalla divisione International Migration[1]. In Europa, escluse Russia e Gran Bretagna, i Paesi con il maggior numero di migranti sono: Germania, Francia, Spagna e Italia.

In Italia si attestano circa 6 milioni di Migranti Regolari, i cui Paesi di origine sono in prevalenza: Romania, Albania e Marocco.

Rifugiati

Le analisi sui rifugiati prendono in considerazione i dati forniti dall’Agenzia delle Nazioni Unite per i Rifugiati[2] (UNHCR).  In Italia, nel 2017, sono presenti un totale di 160.000 rifugiati.

Richiedenti Asilo

I dati sui richiedenti asilo sono forniti dal dipartimento per le libertà civili e le immigrazioni del Ministero dell’Interno. Osservando il riepilogo del 2017, si possono sintetizzare le seguenti informazioni utili:

  • Richiedenti asilo: 130.000
  • Principali paesi di provenienza: Nigeria, Bangladesh, Pakistan, Gambia, Senegal, Cosa d’Avorio, Guinea, Mali, Ghana, Eritrea, Ucraina, Siria
  • Pratiche esaminate: 80.000
  • Pratiche approvate con status rifugiato: 6.827
  • Pratiche approvate con status di protezione sussidiaria o protezione umanitaria: 27.046
  • Pratiche respinte: 47.000

Tutti i richiedenti asilo, le cui pratiche vengono respinte (ca. 46.000 nel 2017), possono quindi essere considerati quelli che vengono chiamati migranti economici. 

Clandestini

I dati sui clandestini non sono dati semplici da reperire,  una delle fonti più accreditate è la fondazione ISMU. In un rapporto del 2016 si stima un totale di ca. 500.000 immigrati clandestini in Italia.


Riferimenti:

  1. Dati sulle migrazioni forniti dall’ONU
  2. Dati sui rifugiati forniti dall’UNHCR
  3. Dati sui richiedenti asilo forniti dal Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione
  4. Dati sui clandestini, fonte Fondazione ISMU

Codice GitHub:

Le fonti e il codice utilizzato sono stati pubblicati al seguente repository: od_migranti

It's only fair to share...Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *